alessandro ingala
alessandro ingala

Un passato da startupper. Conosco a fondo le esigenze di un’azienda, ascolto le persone perché vengono prima dei numeri. Ora la mia esperienza è al servizio delle tue necessità per scegliere la strada giusta.

facebook blackout

Dopo la settimana del blackout più lungo della storia di Facebook (14 ore), approfittiamo per sottolineare l’importanza di avere una strategia di web marketing che si svolga attraverso diversi canali di comunicazione. A partire dal sito web come strumento proprietario, passando per le varie piattaforme social, concludendo con le email.

Il fatto: 13 marzo 2019, Facebook, Instagram e Whatsapp sono fuori uso. Milioni di utenti tra Europa e Stati Uniti non riescono ad aggiornare la bacheca, milioni di aziende non riescono a pubblicare i loro articoli. Il disservizio dura circa 14 ore.

Tutti i principali giornali del mondo occidentale (BBC, CNN, Forbes, per citarne alcuni) hanno scritto su questo spiacevole evento per Facebook andando ad ingadare sui problemi di attacchi hacker o di debolezze nei sistemi informatici. Noi con questo articolo non ci vogliamo addentrare nei tecnicismi del problema, ma fare il punto sulle implicazioni nelle strategie di web marketing.

Ogni azienda è una storia a se stante, ogni azienda ha delle caratteristiche specifiche che la rendono diversa da tutte le altre presenti sul mercato, anche se vendono gli stessi prodotti/servizi.

Partendo da questo aspetto diciamo subito che la strategia di web marketing deve essere calibrata su misura per ogni singola attività commerciale. Non esistono ricette preconfezionate.

Ogni azienda ha il suo pubblico di riferimento, le cosiddette Buyer Personas, quindi partendo dalla loro definizione si può pianificare una strategia di web marketing vincente.

Il web marketing solitamente è utilizzato per generare traffico su un sito o una pagina di atterraggio, stimolare la lead generation o la vendita nel caso di ecommerce.

I problemi nascono quando le aziende sfruttano solo uno strumento e questo errore può esporre a gravi rischi, come quello di sparire dal web se l’unica piattaforma scelta smettesse di funzionare.

Cosa sarebbe successo alla tua azienda se il disservizio di Facebook fosse durato di più? Hai una piattaforma alternativa dove stai pubblicando e raccogliendo i tuoi contenuti? O stai rischiando di perdere tutto?




Strumenti di Web Marketing e Diversificazione

Al centro della strategia di web marketing dovrebbe esserci il tuo sito web, come strumento proprietario, svincolato da strumenti di terze parti su cui non puoi avere controllo. Infatti nessuno, a parte te, potrà alzarsi una mattina e decidere di spegnere il tuo sito web.

Diversifica la presenza digitale su varie piattaforme che possibilmente non facciano capo allo stesso proprietario (qualora non lo sapessi Instagram e Whatsapp sono state acquistate da Facebook qualche anno fa), per esempio utilizzando anche Linkedin o Youtube, o altre piattaforme dove sai che potresti intercettare le tue buyer personas.

In questo modo anche se dovessero “spegnere” uno dei canali social, tu avresti comunque il tuo sito web online e tutti i tuoi contenuti sarebbero al sicuro.

Diversificare ti consente di avere anche un altro vantaggio: interteccettare il tuo potenziale cliente su diverse piattaforme in diversi momenti della sua giornata. Per esempio quando si connette per svagarsi (Facebook), quando cerca di imparare qualcosa con i tutorial (Youtube), oppure quando si informa per lavoro (Linkedin).

Sei ancora in tempo per evitare il rischio di perdere tutto, realizza il tuo sito web ed inizia a metterlo al centro delle tue strategie di web marketing!

alessandro ingala

Un passato da startupper. Conosco a fondo le esigenze di un’azienda, ascolto le persone perché vengono prima dei numeri. Ora la mia esperienza è al servizio delle tue necessità per scegliere la strada giusta.

Ti è piaciuto l'articolo ?

Condividilo con la tua community