Mauro Mandalari

Lavoro nel campo della comunicazione web da più di 15 anni, sviluppo strategie di comunicazione web efficaci, mi occupo di WebDesign, WebDeveloping, UserExperience, DigitalStrategy.

Il costo finale di un sito web dinamico rispetto a uno statico è più alto, ma dal nostro punto di vista è come paragonare il costo di un’utilitaria a quello di una classe E. Se si intende offrire ai potenziali clienti una vetrina di forte impatto visivo e di facile navigazione, la scelta di un sito web dinamico è quasi obbligatoria. Il sito web dinamico, del resto, si è affermato come lo standard della programmazione moderna. Rispetto all’approccio statico, ormai superato, il principale beneficio della tecnologia dinamica consiste nell’offrire al visitatore un’esperienza di navigazione superiore. L’occhio inesperto potrebbe non notare alcuna differenza, eppure le differenze ci sono eccome. Per insegnarvi a riconoscerle e quindi apprezzarle, abbiamo deciso di prendere a esempio 2 siti, il primo statico e il secondo dinamico. Vedremo poi di capire i vantaggi di uno rispetto all’altro anche a fronte del costo per la realizzazione.

L’esempio di sito web statico che abbiamo scelto è quello del ristorante Turiddo. Non ce ne vogliano i proprietari anche perché il link (http://turiddo.altervista.org) compare nel portfolio dell’agenzia web che lo ha sviluppato. Al di là delle opinioni personali, basta cliccare sui vari menu per rendersi conto che non esiste possibilità di interazione: qualunque comportamento assuma il visitatore con il mouse, il sito rimarrà identico a se stesso. Non ci saranno quindi “reazione” di sorta durante la navigazione, il che ha enormi ripercussioni sul livello di coinvolgimento dell’utente. In questi casi si ha la sensazione di trovarsi di fronte a uno sportello informativo, tale e quale a quello di una banca o di un ufficio postale.

 

Diverso è il discorso per quanto riguarda i siti web dinamici. Nel web ce ne sono moltissimi: oltre a quelli realizzati da zero, numerosi sono i siti web dinamici frutto del restyling di siti statici ormai datati. A questo proposito Wikipedia, nella pagina dedicata al Web Statico, riporta una frase lampante:

“Molti siti web statici sono successivamente migrati verso il web dinamico“

 

La tendenza è tuttora in atto e le ragione sono diverse. Nel sito dinamico del Residence & Hotel Lu Nibareddu (http://www.lunibareddu.it) preso come esempio – uno dei tanti realizzati dalla nostra agenzia di web design – vediamo subito che il semplice passaggio del mouse sul menu in alto comporta la discesa di sottosezioni di approfondimento. Anche i riquadri di alcune immagini, così come parole e loghi, cambiano di aspetto al semplice passaggio del mouse. Il livello di coinvolgimento di chi naviga, inutile dirlo, è nettamente superiore, e questo determina un maggior numero di clic e di tempo trascorso nel sito. Non a caso noi di WAS (Web Agency Studio) proponiamo ai clienti solo e soltanto siti di questo tipo. E non abbiano nessuna intenzione di cambiare idea…

Lavoro nel campo della comunicazione web da più di 15 anni, sviluppo strategie di comunicazione web efficaci, mi occupo di WebDesign, WebDeveloping, UserExperience, DigitalStrategy.