Mauro Mandalari

Lavoro nel campo della comunicazione web da più di 15 anni, sviluppo strategie di comunicazione web efficaci, mi occupo di WebDesign, WebDeveloping, UserExperience, DigitalStrategy.

In questi ultimi anni assistiamo a una crescita costante del settore mobile: siti web e dispositivi mobile stanno conquistando il favore di una fetta sempre più ampia di pubblico, affermandosi come il nuovo standard di mercato. A piacere è la comodità di navigare da qualsiasi posto come se si fosse a casa propria, davanti allo schermo del PC. Lo si può fare grazie a dispositivi quali tablet (tra cui iPad) e smartphone (tra cui iPhone), ma soprattutto grazie a siti web ottimizzati per la navigazione da questo tipo di device.

Una rivoluzione che interessa tutte le fasce di popolazione, in special modo i giovani, abituati fin da piccoli ad avere per le mani un telefonino in grado di connettersi al web. Finita l’epoca in cui per aprire una pagina bisognava attendare anche più di un minuto, oggi l’esperienza d’uso si è fatta rapida e appagante. Le differenze tra la navigazione di un sito web da mobile e la stessa navigazione da PC fisso sono minime, tanto che le previsioni indicano una diminuzione nelle vendite di PC in favore dei dispositivi mobile. Ecco in proposito uno schema riassuntivo realizzato da Gartner Inc., società leader nella consulenza strategica, ricerca e analisi nel settore IT (Internet Technology). I numeri sono espressi in migliaia di unità.

Dispositivi (device)2012201320142017
PC341000315000302000271000
Tablet116000197000265000467000
Mobile Phone1746000187500019490002128000

 

Da qui al 2017 si nota un aumento consistente dei tablet, merito soprattutto del proliferare dei modelli low-cost. Per quanto riguarda i telefonini, la crescita sarà più lenta ma ugualmente costante. Le cifre in questo caso passeranno da 1 miliardo e 875 milioni a 2 miliardi e 128 milioni. La diffusione dei classici PC, al contrario, subirà una contrazione lenta e forse inesorabile. È evidente che i siti web dovranno essere aggiornati: molti lo sono già, altri rimangono fermi ad un’impostazione adatta a qualche anno fa.

Di fatto il ritardo in un processo di ammodernamento penalizzerà le attività associate, dal momento che un sito web non ottimizzato preclude la corretta visualizzazione delle informazioni e diminuisce le possibilità di ottenere contatti via mobile. Insomma, come abbiamo scritto in un nostro precedente articolo, il Responsive Web Design è una realtà dalla quale non si può più prescindere.

Lavoro nel campo della comunicazione web da più di 15 anni, sviluppo strategie di comunicazione web efficaci, mi occupo di WebDesign, WebDeveloping, UserExperience, DigitalStrategy.