mara rosatelli
Mara Rosatelli

Una testardissima creativa col vizio del viaggio. Scrittrice per passione e copywriter per vocazione, mi occupo di comunicazione e di strategie digitali. Sono una piccola Xena del naming, con la residenza sui social.

personal branding

Fino all’insorgere del web nell’accezione moderna con cui lo intendiamo e, soprattutto, prima dell’avvento dei social media, personal branding non significava che realizzare biglietti da visita e consegnarli un po’ in giro. Oggigiorno non possiamo pensare di fare a meno dell’attività di digital branding, essenziale per costruire la tua immagine, perché è il mezzo con cui puoi farti ricordare dalle persone. La questione va oltre il mero marchio, è come ti presenti online e offline a potenziali clienti e clienti già acquisiti. Il personal branding definisce la percezione della tua attività professionale, ma si concentra soprattutto su di te come individuo.

Secondo quanto emerso da una indagine della Nielsen Company, solo il 33% degli acquirenti si fida dei messaggi promossi direttamente da un brand, mentre l’90% si fida sempre di quanto viene detto da qualcuno che conosce. Questo significa che hai molte più chance di guadagnare la fiducia delle persone se ti esponi prima come essere umano che come marca e se incoraggi anche i tuoi dipendenti a fare lo stesso.

D’altronde sviluppare un marchio si fa solamente quando riusciamo ad esprimere quello che siamo, i nostri valori e le nostre abilità, e questo non può avvenire se parliamo agli altri come istituzioni formali prive di personalità. Questa unicità attira le persone verso il nostro prodotto, i nostri servizi o anche solo il nostro messaggio.

Personal Branding Strategy: come fare marketing di sé stessi

Se stai cercando di definire il tuo marchio personale, dovresti, prima di tutto, prendere in considerazione l’impressione che vuoi trasmettere e il pubblico a cui vuoi comunicare. Quali sono i tuoi obiettivi? Chi sono i tuoi clienti? Cosa cercano? Cosa amano?

Creare il tuo personal branding è il modo proattivo di controllare lo sviluppo della tua carriera e il modo in cui vieni percepito sul mercato; inciderà sulla tua capacità di ottenere i lavori giusti e di attrarre talenti e capitali.

Ecco alcuni personal branding tips, nostri punti di riferimento costanti quando dobbiamo elaborare strategie mirate su misura di ogni cliente.

1. Costruisci la tua piattaforma

Per fare personal branding vincente avrai bisogno di un sito internet che possa rappresentare il punto di riferimento virtuale alla portata di tutti, raggiungibile, quindi, da ogni parte del mondo. Il dominio del tuo sito dovrebbe avere il tuo nome e dovresti anche essere presente su alcuni social media, in modo da parlare a e con il tuo pubblico più facilmente.

2. Identifica la tua unicità e i tuoi punti di forza

Pensa a quanto hai costruito nella tua carriera e a quello che ti rende unico rispetto ai tuoi competitor. Ma non basta. Prendi questi punti di forza e impegnati ogni giorno a perfezionarli, a raggiungere un livello di expertise sempre più alto.

3. Sii te stesso

Smetti di seguire quello che fa la massa, trova il tuo stile. Il tuo modo di essere, di raccontare la tua attività è qualcosa che nessun altro sa fare meglio di te. Non aver paura di essere differente dagli altri, anzi evidenzia i tuoi punti di unicità sempre.

4. Identifica i tuoi goal e imposta le priorità

È importante avere un’immagine chiara dei tuoi obiettivi personali e professionali, sia a breve che a lungo termine. Questo ti aiuterà non solo a identificare le cose più importanti su cui trascorrere il tuo tempo, ma avrà anche qualcosa con cui allineare nuovi progetti. Usa i tuoi valori e le tue priorità come una bussola che ti guida sia nell’azione che nel processo decisionale.

5. Crea la tua Personal Brand Persona

Dai vita al tuo personaggio, la figura di riferimento per tutti quelli che si avvicinano al tuo brand. Per la creazione della tua persona lascia trasparire la tua personalità, quella parte emotiva che arriva più facilmente al tuo target. Cerca sempre di descriverti facendo emergere le tue caratteristiche più uniche e come puoi aiutare gli altri grazie alla tua attività.

In conclusione… 

Il tuo marchio personale è un’estensione di quello che sei, concerne quello che vuoi presentare agli altri e ai tuoi potenziali clienti. Saper lavorare bene con il tuo personal branding significa far uscire la componente umana della tua attività e ottenere la fiducia delle persone. Tutti possono (e devono) occuparsi della propria immagine e dovrebbero considerare sé stessi dei veri e propri marchi da gestire e curare quotidianamente.

Non lasciare che siano gli altri a parlare per te e a diffondere una percezione errata della tua attività. Come fare personal branding per ottenere i tuoi obiettivi di business? Scopriamolo insieme!

mara rosatelli

Una testardissima creativa col vizio del viaggio. Scrittrice per passione e copywriter per vocazione, mi occupo di comunicazione e di strategie digitali. Sono una piccola Xena del naming, con la residenza sui social.