Mauro Mandalari

Lavoro nel campo della comunicazione web da più di 15 anni, sviluppo strategie di comunicazione web efficaci, mi occupo di WebDesign, WebDeveloping, UserExperience, DigitalStrategy.

Google è il motore di ricerca più usato nel mondo occidentale, presenta molti punti di forza ma… ha anche dei punti deboli. Il suo tallone d’Achille si chiama Google Plus. Introdotto nel 2011, non ha mai spiccato il volo: oltre 2 miliardi di iscritti, ma veramente attivi meno di 6 milioni, un’inezia rispetto a Facebook, il principe dei social network.

Quale sarà il destino di Google Plus?

Ti vuoi iscrivere a YouTube? Google Plus non è più obbligatorio

Un segnale di cambiamento di strategia di Google è arrivato a fine Luglio, direttamente dal suo blog ufficiale: chi si vorrà iscrivere a YouTube non dovrà necessariamente aprire un profilo Google Plus. Quindi più nessuna forzatura per ottenere maggior traffico sul social network.
Come interpretare questa scelta? Il colosso di Mountain View ha deciso di andare incontro agli utenti che non hanno mai apprezzato quest’obbligo. E poi? Slegare un canale di comunicazione di successo come YouTube da uno in ombra come Google Plus non può che certificare il declino di questo social network.

Il punto di forza di Google Plus: Hangouts

Google ha ancora Hangouts da salvaguardare. Ma anche qui la strada è tortuosa, visto che deve vedersela con un colosso della messaggistica come WhatsApp. Ciò potrebbe portare ad altri cambiamenti per migliorarla… magari rendendola indipendente da Google Plus?

Google Pluse e Hangouts

Google Plus può essere ancora utile alla tua digital strategy?

Rispetto ai numeri visti sopra ti starai chiedendo se conviene ancora usare Google Plus. Il suo declino è oggettivo, non c’è molto da dire.
Però, ciò che poteva decretare la futura chiusura del social network, ha spinto invece Google a introdurre dei cambiamenti annunciati ancora una volta attraverso il blog ufficiale: miglioramento della veste grafica e ottimizzazione dell’user experience da mobile tra i più attesi.

Quindi, io ti consiglio di continuare ad usarlo, a patto che ciò non ti costi troppo a livello di tempo e di risorse.
Ricorda che, finché Google Plus rimarrà il social network di Big G, ciò ti potrà aiutare a dare una piccola spinta ai tuoi contenuti nel posizionamento sul motore di ricerca.

Per approfondire quest’ultimo aspetto e avere consigli utili sugli altri social ti consiglio anche di scaricare questa guida gratuita.

[Tweet “#GooglePlus è sempre più in declino. Conviene ancora usarlo?”]

È arrivato il tuo momento. In seguito ai dati e agli spunti che hai trovato nell’articolo, secondo te Google Plus può essere ancora utile in funzione di un’efficace digital strategy? Ti aspetto nei commenti, alla prossima 🙂

Lavoro nel campo della comunicazione web da più di 15 anni, sviluppo strategie di comunicazione web efficaci, mi occupo di WebDesign, WebDeveloping, UserExperience, DigitalStrategy.