Nadia Paglione
Nadia Paglione

Umanista digitale, web content, marketing specialist , social media enthusiast

Google Allo Google ha recentemente lanciato Google Allo (oltre alla nuova app Duo per videochiamate) un’applicazione di messaggistica intelligente. Le aspettative sono quelle che Google Allo possa competere con WhatsApp, Facebook Messenger e iMessage di Apple. Allo si differenzia da queste applicazioni di messaggistica già popolari tra gli utenti, per una sua capacità smart; Allo risponde ai messaggi al tuo posto ed ha un assistente in-app che può fare ricerche su internet per te, riprodurre video e offrire consigli.

L’applicazione, che è disponibile per gli utenti iOS e Android, si avvale del software di apprendimento automatico di Google, che cerca di capire come parlano i propri utenti al fine di generare delle risposte più adeguate e aggiornarsi e migliorarsi nel corso del tempo. Google Allo suggerisce le risposte in base a ciò che vede nei tuoi messaggi ed è questa la sua caratteristica più smart a mio avviso, in pratica  il sistema si adegua al tuo modo di essere e di parlare. Oltre ad offrire risposte, l’intelligenza artificiale del bot di Google Allo, che sta alla base dell’assistente virtuale, può essere utilizzata per indicazioni, informazioni di attualità come ad esempio notizie e meteo, cercare ristoranti, informazioni su voli, e giochi. L’assistente di Google Allo risponde ai comandi sia scritti che vocali.

“Spesso dobbiamo mettere in pausa le nostre conversazione – sia che si tratti di controllare lo stato di un volo o cercare il nome di una pizzeria”, ha dichiarato Google. “Abbiamo voluto creare un’applicazione di messaggistica che potrebbe aiutare a mantenere viva la conversazione, suggerendo le risposte mentre si è in viaggio e fornendo le informazioni necessarie per aiutarvi a fare le cose.”

Google Allo: la nuova applicazione chat di google sarà meglio di WhatsApp e iMessage?

Google Allo

Vediamo insieme Google Allo

Gli utenti non sono tenuti ad avere necessariamente un account Google per utilizzare Allo, ma possono iscriversi con il numero di telefono cellulare un po come per WhatsApp e iMessage. Dopo aver scaricato l’applicazione, è necessario dare il permesso per accedere ai contatti in modo da poter iniziare le conversazioni di gruppo o individuali. Ci sono tre diversi stili di Chat Allo: messaggistica normale, colloquio diretto con l’assistente virtuale, e “la chat in incognito”, messaggi end-to-end (criptati) e destinati a scomparire. Quando si riceve un messaggio in incognito la notifica non dirà da chi arriva e non rivela nessun tipo di contenuto in anteprima. Come con altre applicazioni di messaggistica è possibile inviare immagini, video, messaggi vocali e una selezione custom-designed di adesivi. Per chiamare l’assistente virtuale è necessario iniziare il messaggio con “@google” e digitare i comandi. Non è necessario fare nulla per attivare le risposte suggerite: appariranno automaticamente sopra la tastiera.

Alcune caratteristiche di Google Allo

google-alloL’assistente virtuale di Google può cercare le informazioni su internet, incorporare i video di YouTube all’interno di una chat e fornire informazioni up-to-the-minute. È in grado di offrire informazioni su voli, ristoranti nelle vicinanze, alberghi e altro. Si possono fare domande private nel canale dedicato all’assistente virtuale, come ad esempio “Che tempo fa oggi?” e si può interpellare l’assistente anche all’interno dei messaggi di gruppo con i tuoi amici.  Allo è integrato con Google YouTube, Maps e Translate tra gli altri servizi. Costruito con apprendimento automatico, @google è stato progettato per essere sempre migliore nel tempo.

  • Risposte automatiche. L’applicazione può suggerire risposte automatiche per risparmiare agli utenti tempo quando sono in movimento.
  • Suggerimento risposte. Mentre i messaggi proposti possono apparire inizialmente semplici, il software che alimenta il sistema contiene una funzione di apprendimento automatico che dovrebbe raccogliere le informazioni che ogni utente fornisce e migliorare nel tempo adattandosi al tuo stile di conversazione.
  • Riconoscimento Immagine. Allo si basa anche su un software di riconoscimento di immagini di Google, il che significa che può individuare la differenza tra l’immagine di un gatto e quella di un bambino.
  • Illustrazione e messaggi di dimensioni diverse. Allo di Google contiene alcune delle caratteristiche “ludiche” simili a iMessage di Apple e di Facebook Messenger, come ad esempio la possibilità di decorare le immagini, inviare versioni più grandi e più piccole di messaggi di testo, e adesivi personalizzati.

Allo è ben lungi dall’essere il primo tentativo di Google per quanto riguarda le applicazioni di messaggistica, ma è progettato per incuriosire anche chi fino ad ora ha utilizzato altro. La caratteristica chiave univoca della app è l’assistente intelligente, che può cercare le informazioni all’interno delle conversazioni in maniera rapida. Anche le altre piattaforme si stanno muovendo verso la messaggistica intelligente. Ma finora nessuno sembra essere come Allo, a detta di Google “Allo is a smart messaging app”.

Google Allo funziona sia su iOS e Android, e con i numeri di telefono è senza dubbio più accessibile rispetto a iMessage o Messenger. La principale barriera all’utilizzo, tuttavia, è probabile che sia dato dal numero effettivo di persone che la scaricheranno: iMessage, per esempio, è già installato su tutti i dispositivi iOS, e  questo da un chiaro vantaggio ad Apple tra gli utenti di iPhone, mentre Facebook Messenger e WhatsApp sono entrambi utilizzati da più di un miliardo di persone ciascuno.

Google per incentivarne l’utilizzo ha appena rilasciato anche un aggiornamento per Allo, che supporterà adesso le funzionalità presenti in Android 7.0 Nougat e versioni successive. Tra queste, la funzione Multi Window e le risposte rapide in linea direttamente dalle notifiche.

E tu cosa utilizzi? Quale sistema di messaggistica preferisci: iMessage, Facebook Messenger, WhatsApp o Google Allo?

Stay tuned!

Nadia Paglione

Umanista digitale, web content, marketing specialist , social media enthusiast