Mauro Mandalari

Lavoro nel campo della comunicazione web da più di 15 anni, sviluppo strategie di comunicazione web efficaci, mi occupo di WebDesign, WebDeveloping, UserExperience, DigitalStrategy.

La strada per diventare un social media manager di successo passa da alcune caratteristiche fondamentali. Un’azienda o qualsiasi attività che vuole promuoversi sul web con una comunicazione a 360 gradi non può fare a meno di questa figura. Ma cosa fa esattamente un social media manager? Quali sono le sue principali qualità?

Interazione e gestione delle conversazioni

Un social media manager non si limita a pubblicare post, ma interagisce. Per valorizzare i like, ma soprattutto i commenti è importante parlare con gli utenti, dimostrare che dietro una pagina o ad un profilo social c’è una persona che incarna i pensieri e le passioni dell’azienda.
Bada bene: l’interazione non si ferma solo ai consigli o alle risposte ai commenti positivi. Per esempio, vediamo questo post di Gocciole del 29 febbraio pubblicato su Facebook:

Come interagisce un social media manager

Il commento di un utente ad un post di Gocciole

 

Come risponde un social media manager

La risposta del social media manager di Gocciole

 

Nel post un utente si lamenta dell’olio di palma. Il social media manager di Gocciole, con un tono pacato e allo stesso tempo deciso, fa presente l’opinione aziendale sulla questione inserendo il relativo link. Questo, come tanti altri esempi che potrai trovare nelle fan page Facebook di molte aziende, dimostrano l’importanza dell’interazione e della gestione delle conversazioni anche quando i commenti non sono solo di apprezzamento verso il prodotto o servizio offerto.

[Tweet “Un #SocialMediaManager non si limita solo a pubblicare post, ma interagisce”]

Stare sempre sul pezzo

Un’attività di web marketing, se vuole essere di qualità, non può non prescindere dall’aggiornamento continuo e dalla curiosità. Idem per un social media manager. Sfruttare l’onda dei trend aiuta a creare contenuti freschi che piacciono agli utenti e che quindi possono creare interesse verso il proprio brand. Per esempio, il recente neologismo “petaloso” è divampato nel mondo social dando vita a post e tweet di utenti e grandi aziende come questo della Coop:

Come si aggiorna un social media manager

Stare sempre sul pezzo significa anche essere sempre attenti alle novità introdotte dai social network. Per esempio le recenti Reaction di Facebook e la possibilità su Twitter di arricchire i “cinguettii” con delle gif suggerite direttamente dal social.
Per rimanere sempre aggiornato ecco qualche consiglio:

  • Bazzica spesso sui social network e nei gruppi di riferimento;
  • Sfrutta Google Trends per conoscere sempre gli argomenti di maggiore interesse;
  • Segui gli influencer di settore;
  • Aggiornati sui blog ufficiali di ogni social network.

Individuare il target

Per diventare un social media manager devi sicuramente conoscere il tuo target di riferimento. Pubblicare contenuti che nessuno si fila non è appagante e soprattutto controproducente: tempo e risorse che si perdono. In un’efficiente strategia di social media marketing, ogni post va pensato e realizzato conoscendo gli utenti che seguono la pagina o il profilo della tua attività. Queste sono alcune delle domande a cui devi rispondere per individuare il tuo pubblico:

  • Qual è la principale fascia d’età a cui mi sto rivolgendo?
  • Da dove provengono i miei utenti?
  • Qual è il loro livello d’istruzione?
  • Quali sono i loro interessi? Cosa potrebbe piacergli?

Per individuare il target di riferimento devi principalmente usare il buon senso: per esempio, se gestisci una fan page di magazine che parla di calcio sicuramente ti rivolgerai ad un pubblico che ama e segue questo sport. Un altro consiglio è quello di sfruttare bene gli analytics offerti dagli stessi social network come gli insight di Facebook.

Gli insight di Facebook

[Tweet “Pubblicare contenuti che nessuno si fila è controproducente”]

Essere persuasivi

Una completa padronanza della lingua è importante per diventare un social media manager. Oltre a far evitare errori e figure barbine, saper usare nel modo corretto i termini del vocabolario consente ad un social media manager di persuadere gli utenti, regalare delle emozioni, invitarli a compiere un’azione. Ma le parole possono essere sufficienti?

Scegliere e realizzare immagini d’impatto

Per rispondere alla domanda di prima: no. Se vuoi essere un bravo social media manager devi sapere che le immagini contano molto. Per attrarre l’utente, spingerlo al like, alla condivisione o all’agognato clic, devi saper scegliere (e anche realizzare) immagini d’impatto. Il visual e le parole giuste sono in grado di creare engagement e nel tempo fidelizzare gli utenti conferendo un’identità ben delineata al brand.

Diventare un social media manager: quali sono per te le qualità più importanti?

Queste che abbiamo appena visto sono alcune delle caratteristiche fondamentali per essere un social media manager. L’esperienza, ogni cliente e progetto seguito, le strategie messe a punto su diversi tipi di social network possono affinare queste qualità e farne emergere anche altre come la costanza e la puntualità.

E per te quali sono le qualità più importanti di un social media manager? Dì la tua nei commenti, alla prossima 🙂

Lavoro nel campo della comunicazione web da più di 15 anni, sviluppo strategie di comunicazione web efficaci, mi occupo di WebDesign, WebDeveloping, UserExperience, DigitalStrategy.