Nadia Paglione
Nadia Paglione

Umanista digitale, web content, marketing specialist , social media enthusiast

facebook-live-desktop-pcFacebook aveva già iniziato da un pezzo a rendere il video marketing un asset importante della propria piattaforma, basti pensare, al fatto che i video partono automaticamente quando vengono visualizzati nei news feed. Ogni giorno vengono guardati tipo cento milioni di ore di video. Le implicazioni per il marketing credo siano chiare, difficili da ignorare sia per un discorso di quantità ma anche di contenuti. Partiamo da una novità di questi giorni: Facebook Live già disponibile per la versione mobile, verrà incrementata anche per desktop. La funzionalità sarà abilitata in modo progressivo quindi potrebbe volerci del tempo prima che il tasto Live Video appaia su tutti i profili. Quasi tutte le funzioni di Facebook Live Desktop sono comunque le stesse di quelle sullo smartphone. Facebook ti dice da quanto tempo sei live e quante persone ti stanno guardando. Una grande differenza tra Facebook Live per il desktop e smartphone è l’aggiunta di una barra per i commenti per chi sta producendo il video. Questo da all’emittente la possibilità di aggiungere i propri commenti, cosa che sullo smartphone non era possibile.

Facebook e il video marketing

Facebook video marketing vs Youtube Data la premessa è ormai chiaro che Facebook sta puntando molto sulla componente video tanto da averne raddoppiato il quantitativo in tempi brevissimi. Ormai un po’ come per il posizionamento su Google però è difficile essere notati soltanto con la componente organica anche su Facebook. I video invece hanno una potenza maggiore e, se i contenuti sono particolarmente popolari, ci possono essere opportunità di capitalizzazione. La società di Zuckerberg starebbe lavorando inoltre ad un sistema di monetizzazione dello streaming stando alle parole di Dan Rose, Vice-Presidente delle Partnership di Facebook, in questo modo andrebbe a fare concorrenza spietata al tanto collaudato sistema pubblicitario usato da YouTube. In quest’ottica sicuramente Facebook si sta interponendo al leader indiscusso con alcune sottili differenze.
La lunghezza massima per i video su Facebook è di 45 minuti, tuttavia, secondo Insights la lunghezza migliore si aggira intorno a un minuto e trenta. Facebook raccomanda comunque di concentrarsi sulla narrazione, piuttosto che la durata del video. La durata del video è meno importante se si racconta una storia coerente e concisa. Quali tipi di file video sono supportati? Facebook consiglia i formati Mp4 e MOV, e preferibilmente video caricati direttamente sulla piattaforma. Caricare direttamente il video rende più facile per l’algoritmo proporlo ad un pubblico interessato. Il video caricato direttamente potrebbe ottenere sicuramente più visibilità, condivisioni e commenti.

Che tipi di video bisogna postare se si decide di fare video marketing su Facebook?

Innanzitutto la risposta dipenderà molto dal tipo di pubblico, in linea di massima le tipologie più indicate sono:

  • video “how-to” ossia brevi video che dimostrano come eseguire un compito
  • video di intrattenimento a scelta
  • video “dietro le quinte”, com’è lavorare con la vostra azienda? Si potrebbe offrire un dietro le quinte di come si crea qualcosa.
  • video dimostrazioni di prodotto o servizio.
  • video testimonianze dei clienti.

video con smartphoneFacebook per quanto riguarda la produzione video consiglia di investire sulla qualità ma questo dipende anche dal budget che si ha a disposizione. In linea di massima se non si hanno grosse possibilità di investimento iniziale ci si può “accontentare” del proprio smartphone. La maggior parte degli smartphone sono in grado infatti di girare video ad alta risoluzione anche se difficilmente si produrranno risultati di qualità professionale. Se si è più fortunati si potrà investire in fotocamere di qualità professionale, handycam o videocamere professionali. Anche la qualità audio non deve essere trascurata così come la possibilità di utilizzare un treppiedi per la stabilità del video, piccole cose che possono fare la differenza. Ricordarsi infine di filmare verticalmente anche se può sembrare strano, soprattutto agli esperti di cinema, mi sento di consigliarlo semplicemente perché i video così girati hanno un aspetto migliore visualizzati da mobile e ormai la maggior parte di noi usa lo smartphone per collegarsi alla rete.

Come promuovo il mio video su Facebook?

Innanzitutto si potrebbe cominciare con lo scrivere un post che fa una domanda, il che implica che il tuo video contenga la risposta! Scrivere poi in modo accattivante da riuscire a stuzzicare la curiosità dell’utente. Un’ altra idea potrebbe essere quella di incorporare il video altrove, in modo analogo a YouTube, ad esempio in un post di un blog o in pagine web statiche. È sufficiente fare clic sulla freccia nell’angolo in alto a destra di qualsiasi video, quindi, fare clic su incorpora. Potresti conoscere inoltre qualcuno interessato al video, disposto a pubblicarlo sul proprio sito. Aggiungere il video come “video in evidenza” sulla tua pagina Facebook è un altro semplice espediente, (fai clic su video, avanti, aggiungi video in primo piano e  scegli tra i video caricati). Il video verrà visualizzato nella sezione “Informazioni” su nella pagina principale del tuo profilo. Considerare inoltre di pagare per promuovere il tuo video o trasformare il video in un annuncio, basta seguire le linee guida di Facebook per gli annunci video a pagamento.
Come puoi aumentare il traffico dai video?
Facebook ha recentemente rimosso collegamenti call-to-action da i video nativi. Tuttavia, ci sono ancora modi per indirizzare il traffico al tuo sito con contenuti video. Ad esempio includere links nel tuo post che accompagnino il video oppure taggare altri account menzionati nel tuo video. Se il video si riferisce ad altre società, personalità, o chiunque abbia una pagina di Facebook, è bene taggarli per aumentare la visibilità.

Fare video marketing con Facebook comporta un discreto lavoro. Ed è importante sapere se gli sforzi stanno dando risultati. Fortunatamente, Facebook offre un tool fondamentale soprattutto per le aziende, una solida funzionalità di analisi dei dati con Insights che permette fondamentalmente di analizzare:

• le  visualizzazioni video a pagamento e organici
• il numero di video visti per più di 10 secondi
• il raggiungimento e visualizzazioni per video
• il numero medio di spettatori di video che guardano un intero video

Gli obbiettivi per riuscire nel video marketing su Facebook

Engagement: alle persone stanno piacendo i tuoi video? Stanno lasciando commenti?
Visualizzazioni: quante persone stanno guardando i tuoi video, e per quanto tempo?
Traffico: i vostri video sono collegati al tuo blog o al tuo sito web? Se è si, quanto è la quantità di traffico effettivo?
Followers: se si sta pagando per gli annunci video, ci stanno aiutando a raggiungere un nuovo pubblico ed     espandere la lista     di chi ci segue?
Reddito:  se si stanno eseguendo annunci video che indirizzano a una pagina e-commerce o modulo di iscrizione, quanti soldi stai guadagnando da quelle conversioni?

Come puoi programmare e pubblicare i tuoi video?

coschedule-wordpress-editorial-calendarAd esempio con CoSchedule un software che aiuta proprio in questo e che ha recentemente lanciato una nuova funzionalità per i social video. È ora possibile programmare i messaggi video di social network come Facebook all’interno della loro app. È consigliabile comunque programmare i messaggi video su un calendario, a prescindere da quale strumento si utilizzi. Ciò che conta è che siano collocati all’interno di una strategia video marketing.

Non resta altro che girare il tuo primo video Facebook per la tua azienda, se non lo hai ancora fatto.

Ricorda:
• Crea  contenuti video che il pubblico vuole.
• Imposta e raggiungi gli obiettivi per i contenuti video.
• Fai tutto nel rispetto del budget e delle risorse disponibili.

Se non si riesce in un primo momento, continua a provare. Facebook video è solo destinato ad aumentare di importanza.

Stay tuned!

Nadia Paglione

Umanista digitale, web content, marketing specialist , social media enthusiast