Nadia Paglione
Nadia Paglione

Umanista digitale, web content, marketing specialist , social media enthusiast

Si sente molto parlare di come fare SEO ai fini dell’ottimizzazione del proprio sito web, una cosa che però succede spesso è quella di ricorrere ai ripari solo in un secondo momento senza avere un vero e proprio piano strategico alle spalle. Quando si decide di mettere su un sito web è importante impostare una buona strategia SEO e, prima che il sito sia “live” è bene seguire alcuni step fondamentali.

Nell’articolo precedente abbiamo trattato il tema delle tecniche SEO per combattere le penalizzazioni di Google, troppo spesso però,  la SEO è presa seriamente in considerazione solo dopo che il sito e il business sono in funzione. Questo si traduce in una scarsa indicizzazione del sito e, di conseguenza la possibilità di essere penalizzati da Google è dietro l’angolo.

Alcuni passaggi fondamentali su come fare SEO prima che un sito sia live.

Come fare SEO correttamente prima di lanciare un sito live

Crea una pagina “coming soon”

Innanzitutto la creazione di una pagina ottimizzata “coming soon”, dovrebbe essere una delle prime cose da fare. Ci sono diverse ragioni per cui è importante attuare questo passaggio.
1. I motori di ricerca danno ai siti più datati maggiore autorità, e dal momento che ci vuole tempo per ottenere un buon posizionamento, è bene iniziare per tempo. Ai robot non importa se c’è un messaggio “coming soon” sulla pagina; si preoccupano del contenuto, delle parole chiave e dell’esperienza dell’utente.
2. Questo tipo di landing page è un elemento importante, può contenere ad esempio una call to action e invogliare i visitatori a compilare ad esempio un modulo, magari si può offrire loro una guida in formato PDF, un video, un’infografica dettagliata etc…
3. Questa pagina inoltre può aiutare a costruire il marchio la famosa brand authority ed è sempre bene ricordarsi di utilizzare immagini di alta qualità.
4. Si può cominciare a connettersi con gli utenti, anche senza un sito completo. Ad esempio collegando la pagina ai social media. Questo invoglierà la gente a visitare il sito, non appena sarà live. Insomma un modo per far sapere a tutti che qualcosa bolle in pentola.

Attiva i profili social
Rientra sicuramente nella strategia di come fare SEO correttamente, quella di iniziare a costruire una propria comunità social, già prima che il sito sia lanciato, in modo da avere già un discreto seguito. Coinvolgendo il pubblico sulle piattaforme social e condividendo contenuti, si promuove la fiducia nel proprio marchio/ business e si incrementa la propria web reputation. Assicurati di avere profili completi sui maggiori social come ad esempio Twitter, YouTube, Facebook, LinkedIn, Google+ o una qualsiasi delle piattaforme che specificamente parlano al tuo target di riferimento. Collega ogni profilo con la pagina “coming soon” per rendere più semplice alle persone di seguirti.

Prepara (almeno) 10 blog post
Contenuti fruibili e ben ottimizzati, meglio se scritti in chiave SEO , porteranno traffico organico al sito anche quando il sito è ancora nuovo. È necessario che il contenuto sia di qualità e che le pagine vengano aggiornate con nuovi contenuti. Questo perché i crawler che scandagliano il web visitano il sito per indicizzarlo sin da subito, ed è bene fare trovare loro contenuti ricchi di informazioni per indicizzare al meglio sin dal primo giorno. I contenuti lunghi, in particolare, forniscono profondità al sito e semplicemente ranking più elevato nei risultati di ricerca. Potrebbe essere un’altra utile attività di come fare SEO correttamente quella di iniziare con un blog. Questo permetterà di fare annunci, aggiungere contenuti freschi  e continuare  a costruire un po’ di credibilità.

Crea tutte le pagine, e assicurati che siano ottimizzate
In questa fase (e successivamente) è necessario avere più pagine all’interno del sito, e che ciascuna sia ottimizzata. Includi contenuti di una certa lunghezza che siano utili per i visitatori, assicurati che ogni pagina sia mirata.

Come fare SEO correttamente

Utilizza parole chiave, e in particolare le long tail keywords, in ogni pagina e nei titoli delle pagine. Metti il tuo database di parole chiave per il tuo sito e lavora su ogni pagina, in modo da creare una pagina ottimizzata per ogni possibile aspetto del business prima del lancio. Poi, una volta live, i motori di ricerca indicizzeranno le pagine correttamente.

 

Guest post per fare link building
Al fine di porre in evidenza il proprio blog e fare link building è bene condividere alcuni lavori migliori con il pubblico dei siti che ammiri. Se fatto correttamente, il guest post è un modo veloce e potente per generare traffico verso il tuo sito. Permette anche di costruire una credibilità e alla fine di diventare influencer.

Queste sono azioni preliminari indispensabili ai fini di come fare SEO in modo corretto prima di andare live. Il tempo che segue immediatamente il lancio è cruciale per il successo di un sito. Bisognerà monitorare il traffico, valutare i risultati con metriche e test / modificare nel caso anche la propria strategia.

Come fare SEO correttamente prima di lanciare un sito live

Assicurarsi di avere una buona strategia SEO di lancio è fondamentale, una delle cose peggiori che si possa fare è lanciare un sito non ottimizzato.

Una volta live sarà bene controllare alcuni campanelli di allarme come ad esempio:

  • picchi e lacune nel traffico, nonché situazioni inusuali;
  • perdite in classifica per parola chiave;
  • picchi di 404 che segnalano errori di scansione;
  • pagine insolitamente lente sul sito che possono gravare sull’indicizzazione

Sempre all’interno di una strategia su come fare SEO in maniera corretta andrebbero discusse alcune decisioni strategiche da prendere prima di realizzare un sito.

  • Come comunichiamo la nostra mission aziendale online? Perché è bene identificare la propria unique value proposition ma bisogna poi capire come verrà trasmessa online.
  • Fare una corretta e accurata analisi di mercato. Quanto è grande il vostro mercato? Il pubblico potenziale è in crescita o in calo?
    Quali sono i potenziali clienti? Quali sono i loro comportamenti ? La comprensione di questi fattori permetterà di costruire l’architettura del vostro sito intorno ai bisogni dei clienti.
  • Competitors? Dopo aver stilato la lista dei tuoi competitors devi scoprire dove si posizionano e quante risorse operative ti serviranno per essere dove sono loro adesso.

Come-fare-SEO Inoltre a livello tecnico è bene prendere alcune decisioni preliminari come ad esempio l’utilizzo del protocollo HTTPS anziché HTTP soprattutto su siti che accettano pagamenti. Decidere per una versione canonica dei tuoi URLs: la pagina è unica se ha un unico ID nel database del sito mentre, per i motori di ricerca, l’Url è un identificativo unico, pertanto ogni parte di contenuto dovrebbe essere raggiunto tramite un solo Url. Altro elemento importate è la velocità del sito, quindi è bene dedicare del tempo all’ottimizzazione delle prestazioni del sito. Anche l’architettura del sito è fondamentale così come i link interni, d’altronde se i crawler non possono accedere al contenuto, non possono posizionare bene il sito! Di conseguenza anche il design deve essere ottimizzato per il contenuto per creare un’interfaccia utente più coerente. Attenzione inoltre all’utilizzo di  tecnologie come JavaScript, Flash e Ajax che possono essere difficili da comprendere per i crawler. E per finire visto l’imperversare di sempre nuovi dispositivi, fondamentale è il design responsive, il “mobile” sta diventando ormai una tecnologia di base per l’accesso al web.

Quindi prenditi una pausa e rifletti… Il tuo sito è pronto? Tecnicamente forse si, ma sei proprio sicuro che è ottimizzato correttamente a livello di strategia SEO?

Stay tuned.

Nadia Paglione

Umanista digitale, web content, marketing specialist , social media enthusiast