Blogging
Quanto è importante lo storytelling per la digital strategy?
18 gennaio 2016
0
, ,

Lo storytelling rappresenta un modo ormai consolidato di fare marketing. Grazie a questa tecnica molte aziende riescono a raccontarsi e a vendere i propri servizi e prodotti ad un ampio bacino di utenti. In questo articolo vedremo l’importanza dello storytelling per la digital strategy e il modo migliore per farla, partendo dalla sua definizione.

Cos’è lo storytelling

Lo storytelling o narrazione è l’arte di costruire delle storie con lo scopo di instaurare una relazione e coinvolgere attivamente il proprio pubblico. Viene utilizzato in molti ambiti, dalla politica al marketing, con racconti basati sulla propria persona, sull’immagine aziendale, sul brand. Ma quali sono i fattori principali sui quali far leva?

Individua il target di riferimento

Non si finirà mai di specificarlo, ma questo aspetto è fondamentale. Qualsiasi pratica comunicativa deve essere concepita, costruita e indirizzata avendo bene in mente il target di riferimento. Se devi promuovere un’automobile di lusso devi confezionare la tua storia per delle persone benestanti, appassionati di auto e amanti delle belle cose.

Individuare il target per lo storytelling

Punta sulle emozioni

Bisogna colpire il lettore, dritto al cuore. Lo storytelling, anche in ambito digital strategy, necessita di tutti quegli elementi capaci di suscitare emozioni, prima di coinvolgere la ragione. Per esempio, l’uso di suspense e rivelazioni aiuta a tenere alta l’attenzione del lettore spiazzandolo da ciò che non si aspetta.

Trasmetti fiducia e semplicità, con il tuo stile

Per far funzionare le tue storie devi essere credibile, trasmettere fiducia. E un ottimo modo per farlo è raccontare con semplicità e far emergere i tuoi valori, pochi ma chiari. Quindi sii sempre te stesso e usa il tuo stile, in questo modo sarai anche autentico agli occhi dell’utente.

Trasmettere fiducia con lo storytelling

Incanta con video e immagini

Uno storytelling efficace si basa sulla capacità di suscitare l’immaginazione del lettore attraverso la trama, ma lì dove non arrivano le parole, bisogna affidarsi alla forza di video e immagini. Punta su media esplicativi capaci di raccontare anche da soli, senza bisogna di ulteriori spiegazioni. Lascia stare il superfluo, concentrati sugli elementi fondamentali per lo sviluppo della tua storia.

Offri dei valori aggiunti ed esclusivi

Come ti differenzi dai tuoi competitor? Perché l’utente dovrebbe affidarsi a te? Che tu voglia promuovere un servizio, un prodotto o te stesso devi offrire all’utente un valore aggiunto, comunicare esclusività. Quindi, prima di costruire la tua narrazione chiediti sempre cosa puoi dare tu più degli altri e poi evidenzialo in modo chiaro e diretto.

Perché è importante lo storytelling per la digital strategy

Lo storytelling è una freccia in più della tua digital strategy. Esistono diversi strumenti comunicativi, ma l’arte della narrazione può diventare quel fattore in grado di farti fare il salto di qualità.  E ricorda: il fine dello storytelling è creare una relazione con l’utente, talmente forte da spingerlo attivamente verso l’azione.

Storytelling di successo

Adesso vediamo delle case history di storytelling che hanno avuto successo nell’ambito della comunicazione e della digital strategy.

Chanel n°5 – The One That I Want

Questa pubblicità dedicata allo Chanel n°5 viene concepita come un film. Protagonista della storia è Gisele Bündchen, attrice e modella di successo.

Lo storytelling di Chanel 5

Link del video: https://www.youtube.com/watch?v=8asRWe5XNw8

La narrazione, sviluppata sulle dolci note della versione You’re The One That I Want cantata da Lo-Fang, vede una donna dinamica capace di fare surf, accudire sua figlia, fare la modella e andare a riprendersi l’uomo della sua vita in una sola giornata. Questa è la donna dallo stile Chanel, una donna dai tanti impegni, cui la priorità più importante è l’amore.

Bellezza, lusso e fascino: ecco i valori che emergono attraverso lo storytelling di questo video spot. Il brand Chanel  è sempre ben visibile, dal profumo che si spruzza l’attrice prima di uscire di casa sino a ritrovarlo stampato sulla tavola con cui fa surf. Chanel vuole dimostrare al suo pubblico che la sua essenza lo accompagnerà fedelmente in ogni momento della giornata.

Google Italia – New baby

Questo video spot di Google Italia è stato mandato in onda nel 2010. Adesso è un po’ datato, ma rimane comunque un caso di successo nell’ambito dello storytelling.

Lo storytelling del video spot di Google Italia

Link del video: https://www.youtube.com/watch?v=FgSXnwVRoHs 

La storia narrata da Google è breve ed efficace. Il fulcro della narrazione riguarda la nascita della prima figlia vissuta da un papà che usa Google per avere consigli su come prepararsi all’evento a partire dalla scelta del nome.
Google assiste il neo papà anche dopo la nascita: con Maps può arrivare alla clinica dove ha partorito la compagna, su YouTube può vedere un video su come cambiare il pannolino e sempre sul motore di ricerca può trovare una babysitter per poter passare un weekend romantico solo con la moglie. E se il papà è troppo stanco per poter digitare correttamente quello che cerca Google gli viene incontro capendo le sue intenzioni grazie al suo “Forse cercavi:”

Il video comunica all’utente come i tanti servizi di Google possono aiutarlo in ogni occasione. I valori che emergono sono semplicità, velocità ed efficacia, evidenziati con un alto tasso emotivo.

Moleskine

Moleskine non è un semplice taccuino, è il taccuino per eccellenza. Tant’è che quando si parla di Moleskine si va incontro ad una metonimia (figura retorica che consiste nella sostituzione di un termine con un altro che ha con il primo una relazione qualitativa di vicinanza, attuando di fatto un trasferimento di significato) grazie a cui il brand si sostituisce al prodotto.
Dietro al Moleskine c’è una storia che l’azienda evidenza bene sul proprio sito web, in particolare nella pagina dedicata alla filosofia del prodotto.

Lo storytelling di Moleskine

Link alla pagina: http://www.moleskine.com/it/moleskine-world

Il famoso taccuino viene presentato come un fedele compagno di viaggio, un’autentica esperienza di vita. I testimonial menzionati sono d’eccezione: personaggi del calibro di Vincent Van Gogh, Pablo Picasso, Ernest Hemingway, Bruce Chatwin.
L’azienda apre anche ad un’altra serie di prodotti brandizzati Moleskine come agende, borse e strumenti per scrivere. Il tutto viene evidenziato come “l’avventura che continua fuori dalla carta”.

I valori che l’azienda vuole far trasparire sono ben evidenti sin dall’inizio: cultura, viaggio, memoria, immaginazione e identità personale.
Questo targato Moleskine è un caso di narrazione basato sulla vera storia del prodotto, incentrata su testimonial leggendari e impreziosita da toni emozionali.

Quanto conta per te fare storytelling?

Alla luce dei consigli e degli esempi che abbiamo visto, per te quanto è importante lo storytelling? Lo usi nella tua digital strategy? In che modo? Aspetto la tua opinione nei commenti, alla prossima 🙂

Chi sono

Simone Franconieri

Calabrese dalla nascita, romano d'adozione. Laureato in Scienze della Comunicazione alla Sapienza, mi occupo di strategie SEO, content marketing e social media marketing. Mi interesso di libri, sport e di tutto ciò che di curioso il web ha da offrire.

Articoli correlati

/ Visualizza anche questi articoli

Aprire un blog aziendale

5 motivi per aprire un blog aziendale

Lo storytelling rappresenta un modo ormai consolid...

Leggi tutto
L'importanza di scrivere contenuti di qualità

5 regole d’oro per scrivere contenuti di qualità

Lo storytelling rappresenta un modo ormai consolid...

Leggi tutto
Scrivere un articolo in chiave SEO

Come scrivere un articolo in chiave SEO

Lo storytelling rappresenta un modo ormai consolid...

Leggi tutto

Esistono 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...